Scrivetemi qui: vivenda.tumblr[AT]gmail[DOT]com free counters

 

Bello ballare insieme un lento. Anche solo in sogno.

non sono bellissima, non sono fotogenica, non sono gentile, non sono capace di romanticherie o dolcezze in pubblico, non ho nessun particolare che cattura, nulla per cui il suo sguardo avrebbe dovuto indagare su di me con così tanta attenzione, eppure l’ha fatto, mi ha guardata.

insiemecontrolatempesta (via insiemecontrolatempesta)

E se ci perderemo, non ti perderò e non mi perderai. Perché alla fine io lo so e tu lo sai.
Ci sono tramonti che non tramontano mai…

Il quadro mai dipinto- Bisotti (via ilcantodelsole)

Il vero tumblero è uno che reblogga, laica, commenta, scassa il cazzo, s’innamora, vi rimorchia, vi followa, vi defollowa, vi followa di nuovo, vi ridefollowa ancora, va pure ai meet-up organizzati a Ovindoli di martedì mattina, fa nottate per montare una gif animata del cazzo, è pronto ad ogni evenienza, dall’attacco zombie, allo sbarco alieno, a Capezzone che ti citofona di mercoledì sera durante la partita di Champions della Roma, s’informa, legge, riporta, cita, analizza, scherza, ride, piange, muore, nasce, vive ma come gli postate qualsiasi cosa con un link annesso che rimanda ad un’altra pagina, non lo clicca manco sotto tortura. Manco se gli minacciate di cancellargli il Tumblr. Manco se gli minacciate di cancellargli il Tumblr. Due volte. Meglio la morte che ritrovarsi in qualche pagina lontani dalla Dashboard, in qualche parte del Web, chissà dove. Metti che poi è Facebook? Orrore, orrore.

(via spaam)

I can be changed by what happens to me. But I refuse to be reduced by it.

Maya Angelou, Letter to My Daughter (via hqlines)

dania72:

Che io possa divenire terra, 
che io possa divenire cielo, 
che io possa divenire la montagna, 
che io possa divenire il mare, 
che io possa crescere, 
allargando e allungando il mio corpo, 
fino a disperdermi nel Vuoto dell’Infinito. 

Preghiera sciamanica

Ora, le possibilità sono zero: è agosto, sono le 7.53, e siete tutti in vacanza. Ma se venerdì avete trovato a Milano in zona Garibaldi un vaso di menta da adottare gratis (con tanto di foglietto un po’ bruttino ma sincero) sappiate che era mia.
Se fosse avvenuto un miracolo fatevi vivi.

Nel caso datele un nome barocco. (via gianlucavisconti)

(Fonte: unoetrino)

il-vaso-di-pandora-blog:

Tu sei il mio amore e la mia disperazione.Tu sei la mia follia e la mia saggezza.E sei tutti i luoghi in cui non sono statoe che mi chiamano da tutti gli angoli del mondo.Tu sei queste sei righecui devo limitarmi per non gridare.
 
Henrik Nordbrandt , Agorafilia

il-vaso-di-pandora-blog:


Tu sei il mio amore e la mia disperazione.
Tu sei la mia follia e la mia saggezza.
E sei tutti i luoghi in cui non sono stato
e che mi chiamano da tutti gli angoli del mondo.
Tu sei queste sei righe
cui devo limitarmi per non gridare.

 

Henrik Nordbrandt , Agorafilia

commiserazione
[com-mi-ʃe-ra-zió-ne]

s.f. (pl. -ni)

1 Il commiserare; vivo sentimento di pietà, di compassione: avere, provare c. per qualcuno, per qualcosa; avere parole di c. per qualcuno

2 Compatimento sdegnoso, altero disprezzo: lo guardò con c.; uno sguardo di c.